AMA! No.

In un sabato sera piovoso mi hanno letto i tarocchi. Erano un po’ di mesi che non mi facevo più “leggere” il futuro. Ho ascoltato avida sorseggiando un caffè troppo amaro per i miei gusti. Ciò che mi hanno detto mi ha fatto sorridere, una frase è stata “in questi mesi ne avrai di spasimanti! Giocherai con tutti ma non perderai il cuore mai.” ho sorriso mordicchiandomi un unghia laccata di celeste, mi è sembrato di tornare indietro ad un paio di anni fa. “Avrai tanta nostalgia del passato ma ti divertirai anche tanto” mi è sembrata una frase così strana. Ho pensato “come si può avere nostalgia del passato ma divertirsi tanto?”, la nostalgia non sta bene con il divertirsi. Ho anche pensato che queste situazioni le vivrò fin troppe volte da qui ai prossimi anni, combattuta tra la voglia di divertimento, party, fidanzati diversi e il lavorare fino allo sfinimento contro il rimpianto di una vita rilassante in provincia, sdraiata sulle ginocchia di una persona che avrebbe potuto amarmi mentre guardo annoiata il grande fratello. Odio i tarocchi. Odio l’ottimismo spudorato.

Sono a casa da un mese e tra 18 giorni salirò nuovamente su un aereo, in questi mesi una frase mi ha colpito molto più o meno diceva “ma quello che sono non lo cambierò solamente perchè non ho radici”, ho pensato subito che fosse perfetta per me, ho anche quasi avuto l’istinto di tatuarmela adosso, ma poi fortunatamente ho desistito. In questo mio mese a casa ho avuto giorni indaffarati e giorni in cui la noia mi stava seduta sulle spalle divertendosi a vedermi patire. In una di queste mattinate mi sono recata a Roma, ero seduta nella mia macchina in un parcheggio trovato quasi per caso e affianco a me è passato un piccolo furgoncino, l’occhio mi è caduto su una scritta che aveva di fianco alla targa “AMA”. Ho sorriso pensando a quanto sia ridicola la gente mentre con la mano destra accendevo la radio e la voce calda di Nek canticchiava “se non ami non hai un vero motivo per vivere”. Ecco, in quel preciso istante mi sono morsa il labbro inferiore e ho pensato ad una qualche congiura contro di me, per riuscire a farmi pensare già dalle 8 di mattina. Da buona credente nel destino e nei simboli ho ascoltato tuta la canzone, con la mia solita dose di cinismo al massimo, e mi sono ritrovata a chiedermi se forse Nek non avesse ragione nella sua dolcezza da cariare i denti. Quest’anno è stato importante per me, ho deciso di accantonare l’amore per il mio lavoro e non rimpiango nulla, tranne alcune sere quando sono seduta su una sdraio in compagnia o sulla sabbia da sola e dentro di me sento la vocina della Jessica di un paio di anni fa che mi chiede “sei realmente felice?”. Dura poco, forse un paio di orette, nel peggiore dei casi tutta la notte; ma la mattina torno Kay.

“Puoi creare un grande impero intorno a te, costruire grattacieli per contare un po’ di più, puoi comprare tutto quello che vuoi tu ma se non ami non hai un vero motivo per vivere”

Sarà Nek, ma al momento riesco a trovare 1000 motivi per vivere.

Buona giornata, dolcezze.

 

Annunci

Dimmi cosa ne pensi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...