Do’ i numeri.

Una, come l’anima che è imprigionata dentro di me, che scalcia, urla, ride, graffia. Una, come la sorella che ho, che anno dopo anno diventa sempre più bella. Uno, come il fratellino biondo, scalmanato, strano e buffo che ho. Uno, come l’unico profumo che metto da anni, che custodisce miliardi di emozioni, sensazioni, ricordi in un unico spruzzo.

Due, come le taglie che ho perso a furia di camminare sotto il sole. Due come le mie due bimbe, le mie reflex che mi seguono sempre anche quando al mio fianco non c’è nessuno. Due, gli amori finiti male. Due, gli amori che mi rimarranno nel cuore sempre, a dispetto di tutto e di tutti.

Tre, come le mie stagioni che mi hanno aiutato ad uscire allo scoperto. Tre, come il numero della mia canzone preferita nel cd in macchina. Tre, come il numero di volte in cui l’ascolto accantonando ed investendo i miei pensieri.

Quattro, come i miei tatuaggi, piccoli (o grandi) segni indelebili marchiati sul mio corpo. Quattro, come i ricordi che custodiscono. Quattro, come il numero della via dove sono cresciuta e dove vivo, pur non sentendola più come mia unica casa.

22, come gli anni biologici che ho. “Fiori di campo a primavera” come pensano in molti. Possibile motivazione per uno o più sbagli, tanto “sei ancora così giovane”, come la pensano altri. “Mio Dio! ventidue. Hai il mondo in mano.”Tremo di paura, non sono in grado di tenere il mondo in una mano, le ho così piccole. Mi accontenterei di riuscire a tenere me stessa in mano e non farmi cadere.

35, come le volte in cui ho sognato di essere un’altra persona. Più forte, più romantica, più bella, più snella, più alta, più coraggiosa, più intelligente, più ambiziosa, più solidale. più.

40, come le volte in cui non ci sono riuscita e mi sono rassegnata ad essere così deliziosamente imperfetta.

200, come le cose che ho nell’armadio e che mi impongo sempre di sistemare. 200, come le cose che vorrei fare e che non inizio mai. 200, come i pensieri che si intervallano nella mia testa in un paio d’ore. 200, come i complimenti con un secondo fine che ricevo nell’arco di un mese. Uno, come l’unico complimento vero che vorrei sentire ogni settimana, ogni giorno, ogni secondo.

“A me non piace tanto leggere e lo sai, ma se si tratta di persone che conosco e soprattutto a cui voglio bene… beh! allora mi divoro ciò che scrivono. Io non so quanto ho conosciuto di te, quanto conosca Jessica e Kay e all’inizio mi concedevo poco proprio perchè vedevo che avevi questo velo di copertura, pero’ ho la sensazione di averne conosciuto una buona fetta di entrambe.  Dietro quel velo di cinismo che ti crei ogni tanto e che spesso mi destabilizza, perchè cerco di capire se sei davvero sincera con me, c’e un’anima bella, che mi affascina.

Chi scrive cosi, chi scatta cosi, chi vede ciò che a volte io non vedo e soprattutto ciò che io vedo, mi piace un botto.

MI PIACI un botto. Se nella botte piccola c’e il vino buono, beh! hai le carte in regola per essere DOC.

Con me non devi sentirti fragile, sei tosta Je. Ho sempre cercato di vedere al di la delle foto che fai, oltre ciò che scrivi.

Bisogna saperti leggere e io cerco di farlo e sicuramente non ne viene fuori una ragazza fragile, anzi, qualcuno può essere impaurito da te, perchè non sarebbe capace di starti dietro.”


Queste poche, chiare, limpide, stupende parole sono state il regalo migliore di questo mio Natale a casa. D’altronde quale regalo migliore se non il riuscire a farsi leggere chiaramente da un’altra persona? Essere un libro aperto, una difficile formula matematica, piena di complicati numeri in contrapposizione tra loro, che viene risolta in pochi mesi come se fosse la cosa più naturale dell’universo?

Auguro questa sensazione di conforto, di protezione, di comprensione a tutti voi. Perchè a volte vale la pena di schiudere il guscio protettivo, di abbassare gli aculei e lasciarsi un po’ accarezzare l’anima.

Buone feste.

Kay.

Annunci

Dimmi cosa ne pensi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...