Lavorare come fotografo turistico – Istruzioni per l’uso

Qualche giorno fa’ ho ricevuto un messaggio sul mio account Linkedin (che trovate di seguito), un messaggio che mi ha fatto molto piacere, come sempre quando leggo post o messaggi di persone che leggono il mio blog da altre parti del mondo.

In questo messaggio Daniel mi chiede informazioni riguardo i miei viaggi passati, il lavoro del fotografo turistico ed informazioni sulle agenzie fotografiche che sono alla ricerca di nuovi fotografi.

messaggio

Ho, quindi, pensato di scrivere un post in merito. Mi sono accorta che dopo tanti anni non ho mai effettivamente scritto nulla sui passi da muovere per iniziare questo lavoro, se non un mio vecchio post sul sito di Vivi all’estero.com (Link del mio post).

Partendo dal presupposto che non lavoro piu’ per agenzie fotografiche da ormai 2 anni e mezzo, per mia scelta personale, ma come dico a tutti quelli che mi chiedono informazioni, la scelta migliore per una prima partenza e’ per l’appunto affidarsi ad agenzie fotografiche.

  • Per lavorare come fotografo turistico devo essere un portento della fotografia? Risposta: Assolutamente no! Ovviamente dovete essere in grado di accendere una reflex digitale e sopratutto di sapere cosa sia una reflex digitale! (Durante i miei anni come responsabile delle risorse umane ho incontrato e conosciuto persone che alla mia domanda: “che modello di reflex possiedi?” mi hanno risposto “ah no, io scatto con il tablet!”) ecco, diciamo che se non siete in grado di distinguere una reflex da una compatta, un piccolo corso di fotografia prima di iniziare a “buttarsi” in questo mestiere sarebbe l’ideale!
  • Per lavorare come fotografo turistico devo possedere una reflex?

Questo dipende dall’agenzia fotografica con cui deciderete di partire. Alcune agenzie preferiscono fornire loro l’attrezzatura (normalmente in questo caso il vostro salario/percentuale sara’ leggermente inferiore) altre, invece, richiedono personale che sia gia’ in possesso di una reflex (io ho lavorato in entrambe le modalita’ e devo dire che ho sempre preferito scattare con la mia,  anche se bisogna tener conto che, se la vostra attrezzatura subira’ un danno, sarete voi a pagarne lo scotto, e il mio Nikkor 55-300 “ucciso” da una pallonata ne sa qualcosa).

  • Come faccio a partire come fotografo turistico?

Come gia’ detto poco prima le modalita’ sono due.

La prima e’ quella di partire come freelance verso la destinazione in cui vorrete lavorare e proporsi alle strutture turistiche oppure iniziare a scattare in spiaggie/baie libere e vendere poi privatamente il servizio fotografico su cd/stampe ecc. ma questo percorso e’ lungo, non da’ certezze lavorative e bisogna anche informarsi sui permessi per poter lavorare in quel dato luogo.

La seconda possibilita’ e’, per l’appunto, quella di partire con un’agenzia fotografica. Normalmente in questo caso si puo’ inviare il proprio CV e un portfolio con i propri lavori all’agenzia, le tempistiche di risposta non sono lunghe (dipende dal periodo dell’anno in cui ci si candida, se siamo in prossimita’ dell’inizio della stagione verrete richiamati nel giro di qualche giorno). Alcune agenzie non cercano fotografi con esperienza in questo campo (preferiscono formarvi loro in modo che impariate da subito il loro stile di scatto e di vendita), altre invece prediligono fotografi che abbiano gia’ avuto anche esperienza minima in campo turistico. In entrambi i casi non dovete essere il McCurry della situazione. Vi fisseranno un colloquio conoscitivo in sede o su Skype e successivamente nel momento in cui organizzerano uno stage formativo (circa 2/3 giorni) vi inviteranno a partecipare. Lo stage e’ essenziale per chi non ha mai lavorato in questo campo, e’ una full-immersion (che di solito pagate voi, ma ha un prezzo irrisorio, normalmente vi fanno pagare solo i giorni di pernottamento) per apprendere tutto cio’ di cui avrete bisogno per lavorare nelle strutture ricettive. Vi mostreranno il tipo di scatti che vendono di piu’, come approcciarsi con l’ospite (non e’ un cliente! Ricordatevelo!) e vi insegnaranno ad usare il loro programma di post-produzione (che non e’ mai Photoshop, troppo lento per poter modificare piu’ di 600 foto giornaliere) si parla di programmi appositi per il settore della fotografia turistica, veloci ed intuitivi. In seguito a questo stage se avrete dimostrato di essere persone sveglie, che amano la fotografia e viaggiare… beh aspettate solo la chiamata della sede con la vostra destinazione!

  • Quanto guadagna un fotografo turistico?

Anche qui dipende. Se deciderete di partire come freelance tutto dipende dalla vostra bravura, capacita’ di vendita e ovviamente la zona turistica (decidere di partire come fotografo turistico in Nepal sara’ senza dubbio diverso piuttosto che decidere di lavorare in una spiaggia affollata di turisti in Grecia)

Se, invece, deciderete di partire con un’agenzia fotografica anche qui tutto dipendera’ da quale avrete scelto. Alcune agenzie, infatti, danno un fisso mensile di base (normalmente dai 300 euro, per le prime esperienza, fino ad un massimo di 600 euro) e una percentuale stabilita da loro per il venduto totale delle fotografie (se lavorate in un team, le percentuali sono considerate su tutto e non solamente su cio’ che venderete voi.) Questo per aumentare il vostro spirito di squadra e affiatamento (essenziale in questo tipo di lavori, in quanto con il vostro team condividerete tutto, dalla camera ai risultati lavorativi, alle sbornie post lavoro 😛 ).

Altre agenzie, normalmente sono le stesse che vi forniscono l’attrezzatura per lavorare, invece preferiscono non darvi alcun fisso mensile di base ma alzare fortemente le percentuali sul venduto (di norma il 12-15% del fatturato totale) anche qui tutto dipendera’ dal team, dalla vostra bravura e dall’impegno (alcune volte chi parte senza un fisso mensile, solamente con le percentuali riesce a guadagnare mensilmente molto di piu’ di chi invece lavora con un fisso mensile).

Se si e’ bravi e con voglia di fare si puo’ arrivare a guadagnare anche sopra i 1200 euro mensili (e ricordatevi che avete vitto e alloggio offerto, quindi tutto cio’ che andate a guadagnare e’ pulito!)

  • Ma cosa fa realmente un fotografo turistico?

E’ la domanda che mi hanno fatto tantissime persone che si candidavano per questa posizione ma che poi, nello specifico, non sapevano realmente che cosa volesse dire fare questo lavoro. Il fotografo turistico e’ il “fotografo personale” della vacanza. Di solito in una struttura ricettiva medio/grande non ci sono piu’ di 3 fotografi, seguono tutta la vacanza dell’ospite senza essere appiccicoso o fare il “vucumpra’” della situazione. Il fotografo deve instaurare lo stesso rapporto che ha l’animatore con l’ospite (per questo tante agenzie fotografiche hanno anche il servizio di animazione interno, in modo che non si noti la differenza tra fotografo e animatore). Badate bene, non siete animatori. Non dovete fare gli spettacoli serali, i balli di gruppo, l’accoglienza. Ma dovete instaurare lo stesso rapporto di fiducia con l’ospite e non proporvi come “venditori”.

Il fotografo turistico segue a livello fotografico tutte le attivita’ sportive e ricreative che l’animazione organizza (almeno i primi giorni per farsi conoscere) e successivamente, verso meta’ settimana, arriva il vero divertimento per un fotografo. I book fotografici (di coppia, di famiglia, dei bimbi del mini club) sopratutto in posti paradisiaci e tropicali, dove questo tipo di fotografie sono le piu’ gettonate e, per ovvi motivi, le piu’ vendute. Durante la giornata tutte le foto verranno caricate sul/sui computer e post prodotte con il programma apposito e poi vendute allo stesso ospite (su cd, stampe, gadget ecc).

Ecco il lavoro del fotografo turistico!

  • Quanto tempo bisogna stare via? Il volo per la destinazione lo pago io?

Ovviamente non e’ una missione militare, nessuno vi obbliga a rimanere per un determinato periodo se non potete, ma la maggior parte delle agenzie fotografiche preferira’ dare la precedenza a quelle persone che daranno disponibilita’ maggiore (solitamente vengono richiesti almeno 4 mesi consegutivi, per altre destinazioni come Messico, Zanzibar, Santo Domingo, Cuba ecc. almeno 6 mesi), ma alcune agenzie fanno partire anche chi da’ disponibilita di 1/2 mesi, di solito come potenziamento per il periodo di alta stagione.

Il volo dovete pagarlo voi?! Assolutamente no! Se state per partire per una destinazione, dove e’ richiesto il passaporto, voi dovrete provvedere alla richiesta e ovviamente pagarlo di tasca vostra. Per il resto, biglietti andata e ritorno e pernottamento durante il vostro periodo lavorativo saranno pagati dall’agenzia (non vi aspettate, pero’, una camera singola extra lusso o voli in prima classe. Siete sempre dei lavoratori! La stanza sara’ sicuramente condivisa con i vostri colleghi e il volo sara’ sicuramente un last-minute, quindi tenete pronte le valigie!).

  • Ci sono agenzie fotografiche serie e altre meno serie?

Ci sono senza dubbio agenzie fotografiche rinomate e conosciute nel settore (come Il gruppo digitale che ha numerosi villaggi/resort turistici sopratutto all’estero) ma ci sono anche agenzie fotografiche poco conosciute o con poche strutture turistiche che funzionano molto bene e sono molto professionali (Photofloyd ha numerosi villaggi/resort in Tanzania ma anche in Italia) oppure Stars Swiss o Quick start

 

Queste sono le domande che, piu’ frequentemente, mi vengono poste quando racconto quale e’ stato il mio lavoro per 5 anni. Una cosa ripeto sempre: questo lavoro mi ha aiutato a diventare la persona che sono. E’ un lavoro dinamico, che fa’ crescere tanto, ti permette di conoscere tantissima gente, visitare e conoscere posti da favola (non sei in vacanza, in quel posto rimarrai da un minimo di 4 mesi ad un massimo anche di 9 mesi e, di conseguenza, hai realmente modo di tuffarti nella cultura, nella vita di quel paese).

Sono sempre felice di poter parlare dei miei viaggi, delle mie esperienze sia come fotografa che come ex selezionatrice di fotografi  perche’ penso che sia realmente un lavoro che tutti dovrebbero provare prima o poi (quello del fotografo turistico ma anche dell’assistente, dell’animatore ecc, tutti quei lavori purtroppo sottovalutati a livello economico ma che sono in grado di donare esperienze ed emozioni incredibili).

Ci sarebbe tanto da dire ancora ma, magari, ve ne parlero’ nel prossimo post.

Per il momento vi ringrazio per la vostra attenzione e come sempre per qualsiasi suggerimento o informazioni mi trovate sui canali social (in fondo al mio blog) o via email .

 

J. Ciriaci

Annunci

6 commenti Aggiungi il tuo

  1. Anonimo ha detto:

    Grazie mille per aver condiviso le tue istruzioni per l’uso. Potresti avermi appena cambiato la vita! 🙂

    Liked by 1 persona

    1. Kayrouge ha detto:

      Ciao, grazie a te. Per qualsiasi cosa non esitare a chiedere. Un bacio ed in bocca al lupo!

      Mi piace

  2. Anonimo ha detto:

    mi associo al commento di sopra… ahaha grande e grazie per le dritte! Contando soprattutto che ho zero esperienza nel campo ma una voglia di viaggiare ENORME

    Liked by 1 persona

    1. Kayrouge ha detto:

      Grazie, spero di esserti stata d’aiuto. Ti auguro di poter iniziare questo bellissimo percorso nella fotografia turistica. Se hai dubbi o domande non esitare a contattarmi. Un bacio. Jessica

      Mi piace

  3. Anonimo ha detto:

    Ciaoo! I primi di settembre parteciperò ad uno stage di formazione, sono emozionatissima! Ho proprio voglia di lanciarmi in questa nuova avventura quindi spero mi prendano!! Avrei mille domande…vorrei capire i selezionatori cosa pensano, su cosa puntano e come aumentare le possibilità di successo! Grazie per la tua testimonianza!

    Mi piace

Dimmi cosa ne pensi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...